Questo sito usa cookies tecnici che aiutano Forumalessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina, clickando nei browser supportati in qualsiasi punto della pagina, o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Oggi è 29/06/2022, 2:54

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 25/10/2014, 22:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/05/2014, 17:39
Messaggi: 50
Bargero PD: Reddito minimo si, ma sul modello francese, con importo beneficio modulare
by Pier Carlo Lava
Abbiamo intervistato Cristina Bargero Deputata PD di Casale Monferrato, che risponde a domande su temi locali e nazionali:
Ora che sei arrivata in Parlamento, ci puoi dire quali sono le differenze e/o le difficoltà tra fare politica a livello locale e a livello nazionale?
Le difficoltà si superano stando tra i cittadini
Sia a livello locale che nazionale in questo momento le maggiori difficoltà sono legate da una parte all’impossibilità di trovare una soluzione alle molteplici richieste che arrivano dal territorio, legate alla scarsità di risorse, dall’altro dal distacco che ormai c’è tra istituzioni e cittadini. A livello nazionale poi le maggiori difficoltà sono legate alla possibilità di coniugare le esigenze di tutti i territori e a conciliare il calendario d’aula con la necessità di mantenere rapporti col territorio.
Mantenere i rapporti col territorio è essenziale per mostrare che le istituzioni e le politica non sono distanti
Considerando che tutte le leggi in passato sul lavoro non hanno prodotti risultati, ritieni che questa volta con i provvedimenti previsti dal Jobs Act, sia effettivamente possibile creare posti di lavoro e perchè?
Il Jobs Act è un primo passo, occorrono poi politiche industriali
Non credo che il lavoro si crei per legge delega ma solo riprendendo a fare politiche industriali e togliendo una serie di ostacoli o maggiori costi alle imprese ( burocrazia, costi dell’energia). In questo senso il Jobs Act va in questa direzione sia attraverso il nuovo contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, che sarà la forma privilegiata di contratto di lavoro e godrà di oneri diretti e indiretti più favorevoli rispetto agli altri modelli. I contratti di solidarietà saranno estesi anche alle aziende che attualmente non possono usufruirne (ad es le Pmi sotto i 15 dipendenti) e potranno essere utilizzati anche per creare nuova occupazione, con la possibilità di una riduzione dell’orario dei dipendenti a fronte di nuove assunzioni.
Che cosa si sta facendo in concreto per combattere seriamente l’evasione fiscale e la corruzione, per recuperare risorse importanti da reinvestire per creare occupazione?
Evasione e corruzione ci costano più di una manovra
La delega fiscale votata alcuni mesi fa va proprio nella direzione di contrasto all’evasione fiscale A partire dal 2015, saranno attuati nuovi strumenti di lotta all’evasione, dagli scontrini telematici in comunicazione diretta ed immediata all’Agenzia delle Entrate, fatture elettroniche e pagamenti tracciabili. È poi stato poi introdotto l’obbligo di dotarsi del “Pos” per tutti i commercianti e i professionisti.
Sul lato corruzione il governo ha messo in campo l’Autorità contro la corruzione, con a capo Raffaele Cantone che sta riorganizzando complessivamente la struttura
I Sindaci contestano il Ministro Alfano che ha chiesto ai Prefetti di cancellare le trascrizioni delle unioni civili fra i gay, qual’è la tua opinione in merito?
I sentimenti
I diritti civili non si regolano per circolari prefettizie.
Occorre che in Italia, come negli gli altri paesi europei, si doti di una legge in materia, ad esempio sul modello delle civil partnership
Qual’è la tua opinione sull’operato dei parlamentari del M5S e in particolare sulla proposta che prevede l’introduzione del reddito minimo?
Reddito minimo si, ma sul modello francese
Credo che i risultati delle elezioni europee di maggio scorso siano il miglior termometro dell’operato dei parlamentari 5 stelle.
Credo che con alcuni caveat e considerando le attuali condizioni della finanza pubblica invece l’idea di reddito minimo sia da perseguire, come prevede del resto anche il Jobs Act, sul modello di molti altri paesi europei, quali ad esempio la Francia, dove affinchè il sostegno non si trasformi in un disincentivo al lavoro, il beneficiario deve dimostrare di cercare attivamente un’occupazione, partecipare a programmi di formazione e l’importo del beneficio è modulare: ossia se cresce il reddito da lavoro, diminuisce il sussidio
Perchè i giovani talenti se ne vanno dal nostro paese e soprattutto che cosa si dovrebbe fare per riportarli a casa, ed evitare che se vadano anche altri?
Ci vogliono idee fresche e maggiore velocità nel decidere
I giovani lasciano l’Italia perché avendo una buona preparazione(merito del nostro sistema formativo) purtroppo non vedono prospettive future nel nostro paese che da troppi anni stenta a crescere ed ha un mercato da lavoro non in grado di accoglierli e di valorizzarne le qualifiche.
Per riportarli a casa occorre ridare loro opportunità e speranza, investendo e facilitando soprattutto gli spin off universitari, in grado di permetter alla ricerca di concretizzarsi in attività di impresa innovativa, quella che riesce a valorizzare meglio i nostri talenti.
Ma nel contempo ci sono settori quali l’agricoltura e l’agroalimentare di qualità ( e in tal senso il decreto competitivà ha già previsto misure di sostegno ai giovani) su cui puntar
In sintesi quali sono le iniziative che hai effettuato sinora in Parlamento, a fronte dei problemi del territorio della provincia di Alessandria e con quali risultati?
Con il dl 66 siamo riusciti finalmente a permettere alla città di Alessandria di chiudere il dissesto e di consentire ai Commissari dll’Osl di liquidare i primi creditori.
Nel decreto competitività col prestito ponte all’Ilva abbiamo consentito anche allo stabilimento di Novi di poter continuare la propria attività.
Inoltre abbiamo votato una mozione unitaria per la lotta all’amianto in termini di bonifica, indennizzi e ricerca
E quali quelle che intendi effettuare in seguito?
Far si che gli intenti della mozione si trasformino in provvedimenti legislativi.
Cercare di promuovere il nostro territorio, grazie anche al riconoscimento Unesco, dal punto di vista turistico e territoriale, aiutare i centrizona a fare rete per attrarre investimenti. Seguire la vicenda del dissesto idrogeologico, che nella nostra provincia è una vera emergenza, percè il territorio possa messo essere in sicurezza. A tal fine è stata istituita presso la presidenza del Consiglio una apposita unità di missione. Ora bisogna vigilare perché i fondi arrivino anche nella nostra provincia
Considerando gli enormi problemi esistenti nella provincia di Alessandria, cosa pensi del fatto che nella Giunta della Regione Piemonte non ci sono esponenti del nostro territorio?
Certo è un vunus, però abbiamo due consiglieri regionali che sapranno far valere le esigenze della nostra provincia
Alessandria è tra le città più inquinate d’Italia a causa del PM10, a tuo avviso che cosa si dovrebbe fare per risolverlo o quantomeno ridurlo?
Un nuovo piano integrato del traffico e un piano di mobilità sostenibile con un conseguente potenziamento di tutte le forme di mobilità alternative all’auto e di trasporto pubblico.
Nel contempo una capillare azione di spazzamento delle strade, che aiuta a rimuovere parte delle PM10


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net